Escursioni Asinara - Sentiero del Leccio

Escursioni Asinara - Sentiero del Leccio
Escursioni Asinara - Sentiero del Leccio
 


Condividi su:

A partire dall’ex Caserma Agenti, Centro Visita e Foresteria del Parco, si percorre la strada verso le colline più alte, in direzione della Diramazione di Case Bianche.
Nella salita sterrata si incontrano fonti ed abbeveratoi, terrazzamenti di origine ligure e valli in passato impiantate ad orto.
Subito dopo il dosso di Case Bianche, il paesaggio cambia completamente e ricorda quello delle zone interne della Sardegna. Qui parte il Sentiero del Leccio, tra sorgive, canali d’acqua, castagni, lecci e aree di sosta e picnic, realizzate grazie al prezioso contributo dei detenuti e dell’Ente Foreste della Sardegna. In sommità, alle spalle del belvedere, la Casermetta della Forestale e l’Osservatorio Botanico di Elighe Mannu, ristrutturato di recente.
Varianti interessanti sono la salita verso Punta Scomunica, punto più alto dell’isola, con panorama inconsueto e unico e, per chi se la sente, la discesa verso Cala d’Arena e Punta dello Scorno, attraverso una rete di suggestivi sentieri appositamente predisposti dall’Ente Foreste.
Il sentiero del Leccio prosegue verso Punta Maestra Serre, con i ripetitori radio ormai obsoleti, esempio di come non si devono installare le antenne sulle colline.
Oltre il primo dosso, si apre il mondo “alto” dell’Asinara, spesso coperto di nebbia e nuvole basse, regno incontrastato delle capre selvatiche. La discesa verso i ruderi di Cuile Zonca riporta sul mare e a Cala d’Oliva.

Le escursioni a piedi e in bicicletta sono vivamente sconsigliate nei mesi estivi a causa delle alte temperature e della mancanza d'ombra.

Lunghezza: 13.7 Km.
Dislivello: 406 m.
Tempo: 4h.30'
Ciclabilità: 100%